Due repliche dello spettacolo “Sventola l’aquilone”

aquilone_feb_2016_FLYERaquilone_feb_2016_FLYER_retro

SVENTOLA L’AQUILONE
“Due nuove repliche dello spettacolo Sventola l’aquilone in collaborazione con le Biblioteche Civiche Torinesi, con il patrocinio del Comune di Torino, il Comune di Collegno e in collaborazione con il progetto europeo JCVG”

*Venerdì 5 febbraio 2016, ore 21.00
Cecchi Point
Via Antonio Cecchi 17 – Torino

*Giovedì 18 febbraio, ore 21.00
Auditorium Giovanni Arpino
Via Bussoleno, 50 – Collegno (TO)

Questo è il percorso dell’anima di una madre alla scoperta di un figlio alla ricerca della propria identità, all’inseguimento di un rapporto maltrattato dagli eventi e dall’iniziale incomprensione. Conoscerete la difficoltà della madre e la sua sofferenza fino a dire: “Ma grazie figlio, grazie per la fatica che hai fatto fare alla nostra famiglia.
Grazie per gli ostacoli che hai sparpagliato sulla mia strada.
Senza di te, di me non avrei capito certi aspetti profondi, compreso quello fondamentale che prima d’alzare una bandiera bisogna toccarne la stoffa, guardarne con attenzione l’ordito, sfiorarne l’asta, misurarne la lunghezza e poi, soltanto poi, alzarla, farla sbattere al vento.
Prima, sì, stava su lo stesso, è chiaro, ma no, non avrebbe sventolato come si deve, non sarebbe diventata davvero un aquilone colorato che volteggia in cielo.”

Liberamente tratto dal romanzo di Donata Testa “Sventola l’aquilone” ed. SUI.
Regia: Paola Frascarolo, Erberto Rebora, con: Silvana Allasia, Sonia Bertinat, Enzo Caruso, Laura Caspani, Bruno D’Alessandro, Pier Luigi Gallucci, Luigi Infantino, Jacopo Milano, Armando Molari, Luisa Pagani, Francesa Piccone.

Laboratorio teatrale: Queer o non queer, questione di riflessi

QUEER O NON QUEER… QUESTIONI DI RIFLESSI..
Vi propongo un laboratorio teatrale dove, ludicamente e seriamente, l’attraversare uno spazio scenico conduca ad attraversare il proprio corpo in modi inattesi, o da lungo tempo attesi.
Affidandoci a tecniche teatrali e performative ci avvicineremo fisicamente a Questioni su cui solitamente ci scervelliamo intellettualmente!!
Chi sono? Da dove vengo? Perchè proprio io? Chi mi ha mangiato la merenda?!??
Possiamo pensare al teatro come a un luogo della possibilità di essere? Possiamo usare la forza comunicativa della maschera per essere atto comunicativo? Cosa vogliamo urlare? Vogliamo urlare?
O forse balbettare? O cantare?
Marta, che sarei io, ha radici nel teatro fisico e nella comicità clownesca poi si affaccia ad altri percorsi, in particolare alla performatività drag, prosegue, s’inciampa, s’illumina e propone un laboratorio …
…aperto a tutt* in cui dal lavoro fisico possa emergere, a mo di companatico, una riflessione su corpi e generi variamenti intesi.
IL GIOVEDÌ DALLE 20:30 ALLE 22:30
MAURICE GLBTQ,
VIA STAMPATORI 10, TORINO
Da 120 a 160 euro per venti lezioni, a seconda del numero di iscritti/e, parte del contributo andrà a finanziare il Maurice.
La data di inizio corso e il conseguente numero di lezioni verrà definito insieme ai/alle partecipanti.
PER INFO e PRENOTAZIONI: martatrive@yahoo.it tel 3202160522