Eventi

Giu
10
Ven
Serate TranSversali, “Varianza di genere e terapia ormonale: recenti acquisizioni” @ Maurice
Giu [email protected]:00–23:00

volantino-10-giugnoMaurice glbtq presenta:
Serate TranSversali, incontri con l’identità di genere, organizzate da Christian Ballarin e Piero Cantafio, in collaborazione col Servizio lgbt della Città di Torino.

Venerdì 10 giugno 2016
Via stampatori, 10- Torino
ore 21.00

Varianza di genere e terapia ormonale: recenti acquisizioni.
Interviene la dr.ssa Adriana Godano, endocrinologa.

Print Friendly, PDF & Email
Lug
9
Sab
Torino Pride 2016: Il domani ci appartiene @ Via San Donato e Piazza San Carlo
Lug [email protected]:00–23:45

topride2016

Quest’anno il Pride piemontese, che nel 2015 ha coinvolto circa 70.000 persone, confermandosi come la più partecipata manifestazione del territorio dedicata al riconoscimento dei diritti di tutte e tutti, compie 10 anni.

Il Torino Pride, che si svolgerà il 9 luglio 2016 e il cui claim 2016 è “il domani ci appartiene”, per festeggiare l’importante anniversario, avrà un respiro e una visibilità nazionali e non si risolverà nella sola parata ma, grazie anche al convinto supporto di tutte le istituzioni e di diversi sponsor privati, prevederà un importante happening in piazza San Carlo con la partecipazione di ospiti di fama internazionale.

Fra gli eventi collegati al Pride 2016 anche una mostra alla Fondazione Merz, un’asta benefica il cui ricavato andrà a Casa Oz, la conferenza internazionale “The march towards equality. Celebrating Prides in Eastern Europe” e il Rights Village a Torino Esposizioni.

Il Torino Pride 2016, organizzato dal Coordinamento Torino Pride, fa parte dell’Onda Pride che prevede lo svolgimento di molte parate in varie città d’Italia per reclamare il riconoscimento dei diritti civili.

Coordinamento Torino Pride GLBT www.torinopride.it[email protected]
Ufficio Stampa Torino Pride: con.testi + 39 011 5096036 +39 347 7726482 +39 333 4442790

Manifesto Politico 2016

Print Friendly, PDF & Email
Lug
19
Mar
DAL NEW BLACK ALLE BADHOLE PASSANDO PER CAROL @ Rights Village
Lug [email protected]:00–20:00

orange

Martedì 19 luglio 2016, ore 18.00
a Torino Esposizioni, Rights Village – Torino Esposizioni – viale Boiardo

DAL NEW BLACK ALLE BADHOLE PASSANDO PER CAROL
una tavola rotonda su produzioni visive e immaginario lesbico.

con
Paola Guazzo, saggista e editor
Paola Pallavicini, storica dei Media, Università di Torino
Giorgia Succi, ricercatrice indipendente
e, naturalmente, le Badhole video

a cura dell’AltraMartedì Maurice GLBTQ

Qui il programma completo: RV Programma WEB

Print Friendly, PDF & Email
Nov
21
Lun
Proiezione del documentario NAPOLI IN TRANS @ Biblioteca Ginzburg
Nov [email protected]:45–23:00

ginzburg_tdorIn occasione del TDoR, giornata in ricordo delle vittime dell’odio transfobico,
Lunedì 21 novembre 2016, ore 20.45
Biblioteca Civica Ginzburg, Via Lombroso, 16  Torino.
Le biblioteche civiche, il Servizio lgbt della Città di Torino,  il Maurice glbtq, l’Associazione Scambiaidee e Le donne per la difesa della Società civile presentano:

Proiezione del documentario “NAPOLI IN TRANS”,  di Ciro Scuotto.
Un breve documentario dai toni delicati ed evocativi, appositamente scelti per un argomento trattato come un tabù, ancora motivo di discriminazione e scherno per l’opinione pubblica.

Letture a cura dell’Associazione Donne per la difesa della Società civile, testimonianze di persone transessuali/transgender e discussione.

ginzburg_t-dor_A3

Print Friendly, PDF & Email
Dic
1
Gio
Sconto Maurice per VETRINA E OPEN CALL RASSEGNA “OLTRE IL BINARIO” @ Teatro Espace

1dic.2016.espaceGiovedì 1 Dicembre 2016
In occasione della Giornata Mondiale per la lotta Contro l’AIDS
TEATRO ESPACE, via Mantova 38, Torino
dalle 20,30 alle 2,00

 “Oltre gli stereotipi, i luoghi comuni, le scelte imposte e i percorsi obbligati. OLTRE IL BINARIO significa andare alla ricerca di quali sono le storie individuali, le urgenze poetiche e di esperienza    umana che vanno difese, protette, insegnate e spiegate con cura.”

Teatro ESPACE, Maurice GLBTQ, ESPRESSIONI VAGANTI, LILA Piemonte Lega Italiana Lotta all’AIDS, presentano:  VETRINA E OPEN CALL RASSEGNA “OLTRE IL BINARIO”.

Ore 20,30
Collettivo Scarpette Rosse e Teatro Espace

Anteprima Teatrale
“LA QUERCIA” da Virginia Woolf
Con:  
Elena Formantici
Regia:Thuline Andreoni
Aiuto-regia/Actor coach: Elisa Denti
Musiche: Dante Tanzi
Luci: Simona Gallo
La Quercia è un monologo per attrice che narra e rivive la storia di Orlando, una persona che attraverso un’esperienza straordinariamente estesa nel tempo e nelle vicissitudini, impara a conoscere la natura della propria anima, rinunciando progressivamente ai paradigmi ufficiali di femminilità e maschilità, di artista o persona comune, di giovane o persona anziana.
www.collettivoscarpetterosse.it

Ore 21,30
Proiezioni dei manifesti della collezione STOPAIDS – Keep the promise – 25 anni di campagne sociali in 600 manifesti a cura di Maurice GLBTQ con l’intervento della LILA Piemonte
Presentazione Open Call della Rassegna Oltre il Binario
Presentazione del progetto artistico di Rosalba Castelli – Famiglie: mettiamoci la faccia!

Ore 21,45
Road House Blues al POSTORISTORO: Reading per voce e pianoforte.
Omaggio a Tondelli sullo sfondo di Musiche dei The Doors
Liberamente Ispirato ad Altri Libertini di Tondelli
“…Ma nel grande atrio, stasera, il vocio scalpicciante è insistente come nel foyer di un granteatro…”, 
Pier Vittorio Tondelli
Lettura ed elaborazione drammaturgica: Christian Castellano
Musiche al pianoforte: Emanuele Francesconi
A cura di: Sudatestorie – Teatro ricerca – facebook.com/Sudatestorie-teatro-ricerca

Ore 23,00 fino alle 2,00
DJ Set con:
DjSbrock dalla Blackout Tribe, electrotrash e porn-core, serata infetta  dalle molestie degli 80s!!!

Biglietto: 15 euro (accesso a tutti gli eventi della serata 2 spettacoli+DJ Set), PER SOCI/E MAURICE INGRESSO A 13,00 EURO!

                  5 euro (ingresso solo DJ Set)

Info e Prenotazioni: [email protected]


Si ringrazia Giovanni Zardini per la grafica.

 

Print Friendly, PDF & Email
Mar
3
Ven
Aperitivo “Euforia di genere” @ Maurice
Mar [email protected]:00–22:00

BANNER-EUFORIA-DI-GENEREIl collettivo Identità Unite e il Maurice glbtq presentano:
Euforia di genere, l’aperitivo dove essere se [email protected]

Venerdì 3 Marzo 2017, ore 19.00
Maurice glbtq
Via Stampatori, 10- Torino

Euforia di genere: sensazione provata da persone in transizione che iniziano a “passare” e provano uno stato di entusiasmo per l’effetto novità di questa condizione che ha pesanti risvolti sul percepito sociale.

Print Friendly, PDF & Email
Mar
25
Sab
Tavola rotonda a OLTRE IL BINARIO @ Nora book
Mar [email protected]:00–19:00

tavola rotonda

Sabato 25 marzo- h. 17/19
Nora book, Via delle Orfane, 24/D -Torino

Tavola rotonda: Percorsi, esistenze e urgenze oltre il binario.
Dialoghi con: Chiara Bertone, Nicole Braida, Margherita Giacobino, Beatrice Scella.
§Modera: Maurizio Nicolazzo del MAURICE GLBTQ

“Gli ultimi vent’anni si sono dimostrati per la comunità GLBTQI particolarmente ricchi di cambiamenti e di importanti sviluppi a livello europeo. Sono oltre sedici i paesi in Europa che hanno riconosciuto il matrimonio egualitario tra persone dello stesso sesso, tra i quali l’Irlanda (paese fortemente cattolico e conservatore) e, finalmente, l’Italia che, con la legge n. 76 del 20 maggio 2016, regolamenta le unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina le convivenze. Oggi si parla più apertamente di “transizione tra i generi”, si affrontano le tematiche di “famiglia” e di “identità” in un ottica di possibile cambiamento e in un clima in cui è possibile percepire l’integrazione ed i diritti per la diversità come una condizione ormai reale e permanente. Dagli anni 80 ad oggi , le lotte per dare voce alle richiesta di uguaglianza di diritti e di rispetto delle diverse esistenze, si manifestano in modi differenti. L’esistenza di un sentire diverso, di una creazione di un’amore “altro”, di una famiglia multicomposta dai ruoli fluidi, sono elementi concreti della nostra società. L’interazione binaria e i suoi sistemi, ripetendosi su se stessi, opponendosi, configurandosi sempre verso una sola direzione, hanno soffocato il fiorire di esistenze differenti e rizomatiche che nascono dalle fessure di quegli stessi binari. Tali esistenze, crescendo attorno al binarismo e modificandone i codici, si trasformano in nuove costellazioni esistenziali, in nuove capacità espressive di identità la cui specificità risiede nel fatto di saper andare oltre il binario. In questa realtà nuova, acquisita, di vittorie e di slogan stereotipati…quali sono le storie individuali, le urgenze poetiche e di esperienza umana che vanno difese, protette, insegnate e spiegate con cura?”

vedi qui la rassegna completa

Print Friendly, PDF & Email
Mar
29
Mer
Presentazione de “Il genere tra neoliberismo e neofondamentalismo” @ Maurice
Mar [email protected]:45–23:00

generezappinoMercoledì 29 marzo 2017, ore 20.45
Maurice glbtq, Via Stampatori, 10 – Torino
In occasione della terza ristampa, il Centro di documentazione Maurice GLBTQ organizza una discussione pubblica attorno al libro «Il genere tra neoliberismo e neofondamentalismo» (ombre corte, 2016), a cura di Federico Zappino.
Partecipano Cristian Lo Iacono, Gianfranco Rebucini, Simona de Simoni e Federico Zappino

«Nell’ora dell’offensiva neofondamentalista contro il gender cosa significa difendere la tesi per cui il „genere“ costituisca ancora uno strumento di critica, e di lotta, anche in epoca neoliberista? Il neoliberismo, come noto, mira ad aggirare quelle esclusioni fondate sul genere ancora determinanti in epoca fordista, e lo fa mettendo in campo strumenti atti a includere le minoranze di genere e sessuali nei processi produttivi e di valorizzazione (diversity management, pinkwashing), come anche offrendo possibilità di soggettivazione, individuali e collettive, facendo leva sulla smobilitazione e sulla privatizzazione di soggetti e istanze un tempo conflittuali. Ma questi processi di inclusione coincidono con una sovversione delle gerarchie sulle quali si basavano le precedenti esclusioni, oppure non sono una naturalizzazione di quelle stesse gerarchie, sempre suscettibile di cambiare di segno nel momento in cui le condizioni dell’inclusività diventano precarie? L’odierna crociata neofondamentalista contro il gender, infatti, sembra innestarsi su questa precarizzazione delle condizioni di inclusività, attraverso la quale lo stesso neoliberismo esibisce il suo lato più repressivo, e autoritario».

 
Print Friendly, PDF & Email
Apr
28
Ven
Aperitivo “Euforia di genere” @ Maurice
Apr [email protected]:00–21:00

BANNER-EUFORIA-DI-GENERE-28-APRILEIl collettivo Identità Unite e Spo.t del Maurice glbtq presentano:
Euforia di genere, l’aperitivo dove essere se [email protected]

Venerdì 28 Aprile 2017, ore 19.00
Maurice glbtq
Via Stampatori, 10- Torino

Euforia di genere: sensazione provata da persone in transizione che iniziano a “passare” e provano uno stato di entusiasmo per l’effetto novità di questa condizione che ha pesanti risvolti sul percepito sociale.

Print Friendly, PDF & Email
Mag
24
Mer
Repliche di “Who’s a freak?” e “Beijaflor”, Oltre il binario @ Teatro Espace
Mag [email protected]:00–23:00
Freak_BeijaflorIn occasione della Giornata Internazionale contro l’Omo-Lesbo-Bi-Trans-Fobia,
Mercoledì 24 maggio 2017
Teatro Espace, Via Mantova, 38 Torino
Oltre il Binario presenta:

“Who’s a freak?” di e con Espressioni Vaganti.
Incursione tra costrutti costretti, confini liquidi, generi invisibili.
Uno studio sul confine fluido tra il dualismo maschile/femminile insito in ciascuno di noi.Il collettivo Espressioni Vaganti ha lavorato sul concetto di mascheramento sociale , su ciò che in un certo luogo del mondo può essere considerato bizzarro (e dunque freak) e in un altro luogo è del tutto normale, su quanto sia difficile slegarsi dagli stereotipi e dai preconcetti.
E quindi chi è il mostro, chi è il bizzarro, l’outsider? Ciascuno e nessuno a un tempo.

“Beijaflor” di e con Ambra G. Bergamasco ed Edegar Starke.
Indagare il maschile ed il femminile al di là delle rappresentazioni ci mette a diretto contatto con la mappatura interna del nostro corpo mente spirito. Quali sono all’interno del nostro essere gli spazi maschili e quelli femminili? Sono veramente legati ad una sessualità biologica? Queste sono state le domande che hanno fatto da motore di ricerca, da suggeritore per la creazione di Beija-Flor.
La centralità della performance vede il bacio come connettore e germinatore. Il bacio ascolta, trasforma, danza le atmosfere del sentire e dell’esprimeri. Come un beija-flor, tesse relazioni e svela l’intimo di un maschile femminile che incontrandosi, semplicemente creano le sfumature dell’esistenza.

In collaborazione con Teatro Espace, Espressioni Vaganti, Maurice GLBTQ

Ingresso: intero 8 euro,  ridotto 5 euro: over 60 – studenti
info e prenotazioni: [email protected]

Print Friendly, PDF & Email